Zelante presentazione Internazionale, ‘fai ma non ti conosco’

Zelante presentazione Internazionale, ‘fai ma non ti conosco’

0

“Offese vergognose contro la Sicilia e i siciliani”. È bufera su un video pubblicato dalla rivista ‘Auto Moto Magazine’ su Youtube in cui si vede un uomo incaprettato, di spalle, nel bagagliaio del B-suv. La scena è stata ripresa durante la prova stampa internazionale della nuova Skoda Karoq, che si è tenuta le scorse settimane proprio nella regione sicula, lungo il percorso che va da Palermo a Sciacca. Nel mirino di politici e social network è finito il giornalista francese che, durante il test drive, ha pensato bene di fare una sosta a Corleone, nel Palermitano. E sullo sfondo le note di ‘I Have But One Heart”, famosissima colonna sonora del film ‘Il padrino’ e il reporter che, dopo essere sceso dalla vettura, con un telecomando apre il portellone del bagagliaio dove si vede, di spalle, un uomo con mani e piedi legati. La chiosa del giornalista d’Oltralpe non lascia nessun dubbio nella interpretazione: ”In Sicilia si usa fare così”, con un chiaro ed inequivocabile riferimento alle ‘usanze’ mafiose.

Il video, intitolato ‘Un’offerta che non si può rifiutare’, ha fatto infuriare tantissime persone; così anche il costruttore Mlada Boleslav, in una nota ufficiale ha comunicato che ”Skoda Auto declina ogni responsabilità per la produzione, i contenuti e la diffusione di materiale video realizzato da soggetti terzi in Sicilia”, e ancora ”Skoda si dissocia espressamente da tutti i contenuti che possano costituire violazione della normativa civile e penale od oltrepassare i limiti della morale comune. È dispiaciuta per quanto successo a propria insaputa e riafferma di non essere mai stata né preventivamente informata né tantomeno coinvolta”. Questa mattina su richiesta di Skoda Auto, della divisione francese e di quella italiana, il video è stato rimosso da Youtube. Con molta probabilità nelle prossime ore potrebbero giungere le scuse dei francesi, pare attraverso i social.

 

NESSUM COMMENTO

Rispondi