Si stanno riprendendo i feriti a Catania in seguito allo scoppio

Si stanno riprendendo i feriti a Catania in seguito allo scoppio

0
immagine di repertorio by web

E’ stato sottoposto stamane ad un intervento operatorio che ha “superato brillantemente” il caposquadra dei Vigili del fuoco Marcello Tavormina, uno dei due pompieri feriti nell’esplosione di una palazzina a Catania alcuni giorni fa che è costata la vita a due Vigili del Fuoco: Dario Ambiamonte, di 40 anni, e Giorgio Grammatico, di 38, e l’uomo anziano che vi abitava e che stavano soccorrendo, Giuseppe Longo, 75 anni, e ricoverati nel reparto di rianimazione dell’ospedale Garibaldi. Lo afferma un bollettino medico, prosegue l’Agenzia Ansa, a firma del direttore del reparto di Rianimazione Sergio Pintaudi, aggiungendo che l’uomo, che aveva subito una frattura avvallata della teca cranica a livello dell’osso parietale di destra con lacerazione della meninge, è stato sottoposto ad una “craniotomia parietale destra, riparazione della meninge e riduzione della frattura” dai neurochirurghi Francesco Guarnera e Akjshik Aziz insieme all’anestesista Nuccio Bellissima. L’intervento, iniziato alle 11.10, si è concluso alle 12.45. Tavormina – fanno sapere i medici – sta avendo un “normale decorso post-operatorio”. “Si ritengono inoltre stabilizzate” – continua Pintaudi – le condizioni cliniche dell’altro vigile del fuoco ferito, Giuseppe Cannavò, che nei prossimi giorni verrà “nuovamente sottoposto ai trattamenti endoscopici di toilette polmonare”.

NESSUM COMMENTO

Rispondi