Pioggia di soldi per la gestione delle emergenze idriche

Pioggia di soldi per la gestione delle emergenze idriche

0

Di quanto succede anche in questi tempi si può ridurre tutto alla semplice consapevolezza dell’impavido timore, che mentre noi apriamo nuovi fronti contro di noi altrove siano state aperte nuove frontiere che forse bisognerebbe interrogarsi e per chi ha ne ha la possibilità interrogare se meritiamo. Non è questione di dubbi o certezze, di chi o quanti sono capaci di determinare gli accadimenti, nè di bene e male insieme anche a tutto quel che c’è frattanto, con la certezza che all’innovare si aggiunge sempre il differenziare ed anche il riciclare e non.

È in generale in atto problematica più complessa che insieme, nella coesistenza tra passato, presente e futuro, il tema dell’acqua, rende da sempre questi argomenti controversi nel Mondo, in Italia, e non meno in Sicilia. Poiché il consumo non è uniforme in tutta la nazione e così anche la disponibilità. Non è casuale infatti che in tutta Italia, ed in Sicilia, siano presenti esempi ingegneristici che riguardano la gestione delle acque più o meno rilevanti, recenti e più antichi. Il clima e suoi mutamenti hanno determinato e determinano situazioni a volte complicate in maniera differente in tutto il territorio nazionale.

All’abbondanza o meno delle piogge di questi tempi e l’uniformità degli avvenimenti atmosferici in tutto il territorio nazionale, oltre alla concentrazione produttiva e anche alle mutate colture agricole si aggiunge spesso la criticità legata alla distribuzione dell’acqua in funzione delle necessità. Ad esempio produttori e produzioni agricole, grandi e piccole che siano, seppur non le uniche a necessitare di acqua, sono spesso le più organizzate in tal senso ed anche e soprattutto maggiormente in grado di pianificare ed organizzare e tutelare la propria produzione seppur anch’esse con le debite difficoltà. Infatti è recente la notizia che il Ministero delle Politiche Agricole ha richiesto gli anticipi alla Commissione Europea per fronteggiare le difficoltà riscontrate in termini agricoli in tutto il territorio nazionale dall’Agosto scorso a quest’anno.

Ed è altrettanto notizia recente che il governo della Regione Sicilia, nella gestione e riorganizzazione delle risorse, abbia destinato centinaia di milioni di euro per l’ammodernamento e la realizzazione d’infrastrutture in ambito idrico.

NESSUM COMMENTO

Rispondi