Italia al G7, e in campagna elettorale

Italia al G7, e in campagna elettorale

0

Mentre il premier Conte svincolato dagli impegni relativi alla campagna elettorale si trova a rappresentare l’Italia in Canada al G7, i partiti e i movimenti politici e liste civiche convergono le proprie attenzioni agli appuntamenti elettorali di domenica e all’eventuale ballottaggio che si terrà alla fine del mese. Così Salvini e Di Maio, in campagna elettorale già dall’inizio del proprio mandato di governo sono andati entrambi in Sicilia a discutere di tagli ai vitalizi e sussidi, e l’approccio con i migranti, altri big come Martina e Gentiloni lo hanno fatto successivamente per rilanciare il progetto del Partito Democratico, criticando l’attuale atteggiamento del governo e dei ministri, e aprendo ad un’idea democratica che riguardi tutte le forze di sinistra (anche Bersani si è mosso di recente in questa direzione, non trovando al momento disponibilità dalla cosiddetta area renziana). Apertura che arriva durante l’iniziativa che si sta svolgendo a Bologna, durante la Repubblica delle Idee, a cui, nella giornata di oggi tra gli altri ospiti ha partecipato anche Walter Veltroni. E mentre Tajani, presidente dell’Europarlamento, intervistato dalla Rai richiama l’attenzione sul senso di responsabilità per e della collettività, i mercati, visti anche gli appuntamenti internazionali, congiuntamente all’attuale previsione della possibile flessione dell’economia italiana, e le tensioni che si stanno generando o amplificando, la borsa di Milano perde in un giorno oltre dieci miliardi, con il rendimento del decennale italiano che rialza attestandosi oltre il 3% e lo spread in crescita sia nei confronti del il decennale della Spagna che del Bund della Germania. In quest’ultimo caso, un ruolo importante è dovuto alla decisione della Banca Centrale Europea di interrompere il Quantitative Easing. I prossimi giorni, e mesi successivi, si annunciano molto importanti per l’Italia, e da destra a sinistra tra chi riempie le piazze o meno (lavorando dagli uffici o insieme alle basi, politiche e sociali), vi è consapevolezza.

NESSUM COMMENTO

Rispondi