A mesi dalle Elezioni, in Italia, il tentativo delle remissioni del governo...

A mesi dalle Elezioni, in Italia, il tentativo delle remissioni del governo possibile

0

Dopo aver rimesso l’incarico della formazione del governo a Mattarella, azione compiuta ieri sera da parte di Giuseppe Conte, il Quirinale sta provvedendo all’iniziativa che vede l’economista Cottarelli nella prova di traghettare l’Italia fuori dalla situazione attuale, persona già nota a livello nazionale e internazionale per i numerosi incarichi già svolti come tra gli ultimi quelli relativi alla spending review, ovvero il tentativo di ottimizzazione della spesa pubblica italiana in principio di armonizzazione europea tenuto conto di tutti i differenziali di gestione. Non poche sono state le critiche che hanno seguito la vicenda, chi riferendosi al tentativo di colpo di stato per il veto sul papabile Ministero a Savona e chi invece rilanciando sulle interferenze internazionali che riguardano in primis l’Europa e che hanno coinvolto ad esempio la Germania. Sempre sulla stessa riga le persone, gli elettori, sui social e attraverso essi, pare che abbiano presentato la divisione del Paese: ringraziando Mattarella, criticando le potenze europee, inneggiando a quel partito o l’altro o gli altri. Caos e confusione social, o più in generale dell’online, che inevitabilmente si riversa nel movimento d’appiattimento dell’opinione pubblica anche offline.

E se la borsa quest’oggi, in particolare quella italiana ha aperto in crescita nella tarda mattinata ha azzerato i profitti dovuti all’aumento, a cui si è invece aggiunta l’impennata dello spread. Situazione politica incerta che ha visto anche la presa di posizione, a difesa e sostegno del Quirinale, da parte della Conferenza Episcopale che, insieme o separatamente con rappresentanti individuali della Chiesa Cattolica sempre più spesso, diversamente dal meno recente passato, interviene direttamente oltre che nelle tematiche riguardanti il sociale anche e sempre più apertamente in quelle politiche, sia a livello nazionale che internazionale. Al momento Cottarelli ha avuto l’incarico accettato con riserva, con lo sguardo al breve periodo per raggiungere equilibrio economico ed Elezioni, in  estate qualora non si raggiunga una convergenza politica, il prossimo anno qualora si raggiunga. Alleanza che può forse trovare la disponibilità del Partito Democratico, quella del Centro Destra più democratico, di possibili gruppi sparsi qua e là in Parlamento, e qualora governo del Presidente fatto, via via sulle singole iniziative di governo meno quella di Lega e Movimento cinque stelle. Ad ogni modo al momento non vi è certezza, se non l’Europa, in questo momento che sembra il preludio d’ingegno cinematografico, che pare essere sopra a tutto.

NESSUM COMMENTO

Rispondi