Halloween, dolcetto o scherzetto: ecco come nasce la festa della paura

La festa di Halloween è una festa che risale ai tempi pagani ed è una delle festività più antiche del mondo. Oggi è celebrata praticamente in tutto il mondo

Tutti oramai conoscono Halloween, ma sono in pochi ad essere informati sulle vere origini nelle quali affonda questa che risulta comunque essere una festa antichissima. Col tempo le tradizioni si sono evolute enormemente, fino ad arrivare a noi, in modi e forme diverse, anche se resiste lo spirito originario della paura verso il soprannaturale e tutto ciò che non conosciamo.

La tradizionale festa di Halloween –

Halloween o notte di Tutti i Santi, è una celebrazione tipica della cristianità occidentale osservata in molti paesi il 31 ottobre, proprio il giorno prima della festa di Ognissanti. Una tradizione partita dall’Irlanda, ma con il tempo i riti e le usanze a essa associati si sono evoluti, ed è considerata una delle celebrazioni più solenni della Chiesa.

Una festa tradizionale molto antica

Anche se in Italia la possiamo considerare una festa relativamente giovane e per lo più legata a dinamiche commerciali importate, come tante volte succede, dai paesi anglosassoni, in altre culture sparse nel mondo risulta invece essere una festa antichissima. La festa di halloween ha origini celtiche, per la precisione irlandesi, e prenderebbe origine dall’antica festa di Samhain, una sorta di capodanno celtico che separava il periodo estivo da quello invernale. La festa di Samhain durava un’intera settimana durante la quale, secondo le credenze dell’epoca, il mondo terreno e quello dell’aldilà potevano incontrarsi, ecco quindi le rappresentazioni in maschera di fantasmi e morti viventi. Quando i romani conquistarono le terre celtiche, una ad una eliminarono tutte le feste pagane, e nel momento in cui fu istituita ufficialmente la festa di tutti i santi i popoli che continuavano a festeggiare invece l’antico Samhain la spostarono semplicemente al 31 ottobre. La grande migrazione irlandese verso gli Stati Uniti in cerca di fortuna si portò dietro usanze e tradizioni e la festa di halloween si diffuse rapidamente, arrivando ai giorni nostri nel format che conosciamo: “trick-or-treat”, “dolcetto o scherzetto” .

Una festa oramai molto amata anche dai bambini –

L’origine e il significato della zucca

Anche l’usanza tipica di addobbare una zucca sembrerebbe arrivare dagli Stati Uniti, ma invece è a sua volta irlandese, tutta colpa infatti di Jack-o’-lantern. La leggenda narra che il fabbro Stringy Jack arrivò a vendere la sua anima al diavolo per pagare i propri debiti causati dal vizio di bere. Jack arrivò poi a stringere con lui l’ultimo patto grazie al quale il diavolo lo avrebbe lasciato in pace per dieci anni, ma dopo un solo anno morì proprio il giorno di Halloween. Fu cacciato all’inferno e il diavolo pretese di riscuotere il patto fatto con lui e per questo gli scagliò contro un tizzone ardente che lo stesso Jack raccolse e pose dentro una rapa vuota per fare luce come se fosse una lanterna. Da qui l’usanza di accendere piccoli lumini a forma di zucche la notte del 31 ottobre.