Rischio guerra, sui dazi al commercio internazionale

Rischio guerra, sui dazi al commercio internazionale

0

Prosegue il confronto tra la comunità Europea e gli Stati Uniti d’America per evitare la guerra dei dazi. Vi è attesa per le decisioni del presidente americano Trump sulla estensione delle esenzioni per i vincoli su acciaio e alluminio, attualmente in vigore per alcuni paesi ma in scadenza domani. Previsto un colloquio tra la commissaria Malmstroem e il segretario al Commercio Ross. L’Unione Europea che non condivide la scelta unilaterale statunitense del trasferimento dell’ambasciata americana a Gerusalemme, trova Germania e Francia molo interessate dai dazi, compresa anche l’Inghilterra nonostante stia portando avanti la propria fuori uscita dall’Europa, e si dice comunque pronta ad adottare le contromisure nel caso non siano confermate le esenzioni commerciali.

Nel frattempo la rappresentanza in Italia della Commissione Ue rende noto che parteciperà all’edizione 2018 del Giro d’italia, che non poche critiche sta suscitando in Italia, per valorizzare le azioni dell’Unione sul territorio: dallo sport alla salute, dall’ambiente alla mobilità sostenibile. Lungo le tappe italiane della competizione ciclistica sportiva, prosegue l’agenzia Ansa riferendosi alla nota diramata dalla rappresentanza europea, sono infatti localizzate decine di siti naturali o artistici restaurati, valorizzati o ricostruiti grazie all’Ue in Italia: dalla Reggia di Venaria Reale alla Multimedia Valley di Giffoni, dal Parco archeologico di Pompei al museo delle ceramiche di Faenza, dalla basilica di San Benedetto a Norcia alle trincee della grande guerra in Friuli Venezia Giulia.

Ogni giorno la Commissione europea metterà in evidenza questi e altri siti, senza dimenticare i progetti di ricerca e innovazione, i prodotti Dop, e il sostegno alle piccole e medie imprese italiane. Inoltre, un camper con i colori della bandiera Ue si unirà al ‘serpentone’ della carovana del giro, per informare e sensibilizzare i cittadini e gli appassionati di sport sulle politiche europee dedicate all’ambiente, allo sport, alla salute, alla mobilità sostenibile e alla sicurezza alimentare.

Il commissario Ue, Tibor Navracsics, responsabile per cultura, sport, istruzione e gioventù, ha dichiarato: “Il Giro d’Italia è una splendida occasione per riscoprire e valorizzare centinaia di siti del patrimonio culturale italiano che sono stati ristrutturati o ricostruiti grazie al sostegno dell’Ue”. “Mettere insieme lo sport e la cultura – conclude Navracsics – è un’occasione unica per sottolineare il potere di entrambi di riunire le persone e costruire un’identità europea più forte pienamente nello spirito dell’Anno europeo del patrimonio culturale che celebriamo nel 2018“.

NESSUM COMMENTO

Rispondi