L’unione europea al valore strike, che non è disposta a perdere

L’unione europea al valore strike, che non è disposta a perdere

0

L’Ue di oggi strana è, sembra l’Italia che guarda chissà dove. Le uniche regole che debbono rispettare tutti i paesi appartenenti, sono quelle che riguardano l’Euro. Tanto è vero che quando Draghi ha detto che questa moneta è irreversibile, pure oggi giorno che è deprezzato e che potrebbe aiutare l’export verso Ovest, è una delle poche affermazioni che al momento non trova smentita o comunque esempio di contraddittorio che possa essere sostenibile. Inoltre si pensi alla differenza di atteggiamento nei confronti della Brexit, dell’impossibilità ai tempi della crisi in Grecia (orgoglio di tutta Europa, più povera di ieri e con mutuo posticipato) e non meno di quanto successo e detto in Spagna e in tutta Europa in occasione del referendum Catalano. Differentemente da quel che accade in questi giorni riguardo al tema dei flussi migratori a tutti i livelli, che dimostrano forse che tutte le regole e leggi possono modificarsi in funzione degli interessi dei governi e della politica, e delle espressioni politiche presenti nelle singole nazioni. Vedasi l’approccio dell’Italia, della Francia, della Germanica, dell’Austria ed anche di numerosi paesi dell’est. Oggi giorno (per prima vi è solo quanto ovunque scritto e rappresentato nel Mondo, quindi difficile sapere) pare essere di moda approcciare alle Persone come se si fosse giornali, finché ognuno in maniera differente c’è e anche dopo l’utilità è per altre Persone.

 

NESSUM COMMENTO

Rispondi