La denuncia di MeridioneNews, per le minacce ricevute a causa di un...

La denuncia di MeridioneNews, per le minacce ricevute a causa di un documentario pubblicato

0

La redazione della testata giornalistica online catanese MeridioNews ha denunciato sul proprio sito minacce, dopo la pubblicazione di un mini-documentario sulla musica napoletana a Catania, alla stessa testata e ad una sua giornalista, Luisa Santangelo da parte di due artisti neomelodici. La redazione e chi rappresenta la testata hanno denunciato i fatti alla Polizia Postale. Nel documentario diffuso risulterebbero i rapporti di parentela tra alcuni cantanti neomelodici ed esponenti della criminalità giudicati anche per il reato di associazione mafiosa.

Massimo sostegno alla Libertà di Stampa e di dire, a cui ci uniamo, e che arriva trasversalmente anche dal mondo lavorativo e sociale fra cui dalla Federazione nazionale della Stampa italiana e dall’Associazione Siciliana della Stampa, che “esprimono solidarietà alla giornalista Luisa Santangelo e a tutta le redazione del giornale online catanese ‘MeridioNews’, pesantemente attaccate sui social network dopo aver pubblicato un reportage sugli artisti neomelodici etnei in cui venivano citati i rapporti tra alcuni cantanti e gli ambienti della malavita cittadina”. Lo affermano, in una nota, il segretario generale e il presidente della Fnsi, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, e il segretario dell’Assostampa Sicilia, Alberto Cicero. “Due cantanti citati nel reportage – proseguono – non hanno apprezzato i riferimenti ai rispettivi parenti, due noti boss mafiosi, e hanno reagito iniziando a insultare e minacciare i colleghi su Facebook. Messaggi che sono già stati segnalati alla polizia postale di Catania. Chiediamo alle forze dell’ordine di intervenire il prima possibile per valutare eventuali reati commessi ai danni dei giornalisti di ‘MeridioNews’ e alle istituzioni di fare in modo che ai giornalisti, a Catania e ovunque, sia liberamente consentito di svolgere il proprio lavoro in sicurezza”.

Anche l’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, è intervenuto in una nota dicendosi “vicino ai colleghi della testata online Meridionews di Catania, oggetto di violenti attacchi dopo la pubblicazione di un servizio sui cantanti neomelodici etnei”. Proseguendo nella nota ha aggiunto “Il reportage, che contiene diverse interviste a personaggi del settore – prosegue – e fa riferimento anche al tema della criminalità organizzata e del supporto a comportamenti mafiosi che emergerebbe da alcune canzoni e dai video, ha suscitato la reazione di due cantanti che hanno inviato via social messaggi dal tono intimidatorio. Ai colleghi vittime di tali minacce l’Ordine, che condanna senza appello simili episodi, rinnova la propria solidarietà esortandoli a proseguire il loro lavoro con senso di responsabilità e serietà, come sempre”.

NESSUM COMMENTO

Rispondi