Digos scopre lavoratori sottopagati, scattano le denunce

Digos scopre lavoratori sottopagati, scattano le denunce

0
immagine di repertorio by web

In una macelleria di Catania un uomo proveniente dal Marocco, a fronte di un contratto part-time, lavorava 10 ore al giorno per 3 euro l’ora e in un negozio di generi alimentari un uomo che invece proviene dall’Egitto senza permesso di soggiorno si accontentava di una paga 2,5 euro l’ora. E’ quanto ha scoperto la Digos della Polizia di Stato durante controlli in materia di sicurezza e salubrità sui luoghi di lavoro, sfruttamento dei lavoratori e immigrazione clandestina. Sia il macellaio, un algerino, che il titolare della rivendita di generi alimentari, un marocchino, sono stati denunciati per sfruttamento dello stato di bisogno. Il titolare della macelleria, come riferisce l’Ansa, è stato anche denunciato per reati legati alla sicurezza e salubrità all’interno del negozio. Quello della rivendita di generi alimentari anche per reclutamento e impiego di straniero senza permesso di soggiorno e di oltraggio a pubblico ufficiale.

NESSUM COMMENTO

Rispondi