Bce: Draghi, bene l’inflazione e la politica monetaria resterà espansiva

Bce: Draghi, bene l’inflazione e la politica monetaria resterà espansiva

0

L’Inghilterra prosegue la propria strategia d’uscita dall’Unione Europea e da tutti gli accordi in essere ricercandone di nuovi, seppur a quanto è noto modificando la linea che ha determinato scompensi nell’attuale governo guidato dalla May. Arriva altrettanto recentemente l’appello di Draghi sull’importanza che l’Unione Europea resti unita. La comunicazione del presidente della Bce arriva congiuntamente al render note le intenzioni della Banca centrale, a suo dire in questi tempi d’incertezza globale, di mantenere la politica monetaria espansiva pur dopo la cessazione del quantitative easing. Il tutto mentre in Italia il governo del premier Conte si prepara a presentarsi con un’unica voce al prossimo meeting internazionale a Innsbruck, che vedrà tra i temi anche quello dell’immigrazione. Governo italiano impegnato in un fronte con Salvini che propone la chiusura dei porti anche per le navi di tutta Europa, nell’altro con Di Maio che ricerca maggiori garanzie per ambiente e lavoro a riguardo dell’Ilva e Musumeci che in Sicilia propone la convergenza della gestione aeroportuale dell’isola. L’unione è da sempre importante; lo è per l’Inghilterra in funzione del Regno Unito e per la Banca Centrale Europea in funzione dell’Unione Europea. Lo è stato per gli Stati Uniti. Lo è stato per l’Italia. Lo è per il settore dei privati e per il settore del pubblico. E lo è pure per le Persone che, in ruoli differenti, appartengono a questo o quel Paese piuttosto che agli altri ancora, o ad uno degli ambiti piuttosto che a loro volta ad altri. D’altronde il modello economico e sociale in progressione nei secoli sin ad arrivare agli ultimi anni, si è sin ad oggi sviluppato attraverso la logica della proprietà privata. O per lo meno mentre in Italia, quando già così si chiamava pare si sia detto: l’Italia è fatta facciamo gli italiani, per l’Europa ci si è forse ancora fermati soltanto all’Unione Europea. Eppure tanto è stato già chiesto a tutto il Mondo, e a tutti i propri abitanti in questo percorso che pare vada per step.

NESSUM COMMENTO

Rispondi